La mia foto preferita: Claudio Manfredini

Buongiorno a tutti e buon venerdì!

Ed eccoci qui, alla vigilia del fine settimana, con il terzo appuntamento con le nostre foto preferite! Oggi parliamo con il nostro insegnante di composizione Claudio Manfredini, della sua foto preferita…

Claudio inizia a fotografare da adolescente e la sua passione cresce con lui. Oggi Claudio fotografa per lavoro e pubblica su riviste specializzate di elettrotecnica. Tra i suoi hobby oltre alla fotografia, figurano anche la pittura, la biologia marina e le attività subaquee.

Lo Scatto: Ciao Claudio, ci vuoi dire come mai questa è la tua foto preferita?

Claudio Manfredini: Perché è una foto che definirei “inaspettata”, nata dal nulla… da un soggetto quasi insignificante. Si tratta infatti di spazzatura industriale.

 

LSIn che occasione è stata scattata?

CM: Durante uno dei miei sopralluoghi presso uno stabilimento, è qui che ho scattato, quasi senza pensarci.

IMGP5715

 

LSCon che ottica/macchina? (se te lo ricordi)

CM: Ho utilizzato una Pentax K5 con obiettivo standard 18-55 mm.

 

LSAssoci questa foto ad un ricordo particolare?

CM: La associo alle foto di Ernst Haas (https://it.wikipedia.org/wiki/Ernst_Haas fonte: Wikipedia) il grande fotografo austriaco. E, anche se la mia foto non raggiunge certo i livelli di Haans, ho pensato che potesse in qualche modo ricordare la sua modalità di scattare, di giocare con i colori e di creare delle trame. Un po’ come fare un quadro astratto!

 

LSVolevi comunicare qualcosa con questo scatto?

CM: Assoutamente no!

 

LSQuesta foto rientra tra le foto che normalmente fai/ti piace fare?

CM: Si certamente, sono sempre alla ricerca di soggetti che possono sembrare “astratti”.

 

LSVuoi dirci altro legato a questa foto che non ti abbiamo già chiesto nelle precedenti domande?

CM: Per il momento no, credo di avervi detto tutto! 

 

A presto con un’altra storia e buon fine settimana!

Arrivederci a tutti e alla prossima foto preferita!

Facebooktwitterpinterest

3 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *